Accademia Kronos (AK) è un ente di protezione natura (onlus) riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare. E’ nata come Accademia Kronos nel 1997 a Bologna, tuttavia è a tutti gli effetti l’erede spirituale di Kronos 1991, una delle prime associazioni ambientaliste nate in Italia (Torino 1968). Oggi è diffusa su gran parte del territorio nazionale con circa 40 sezioni attive.

Oltre a vari impegni sulla difesa ed educazione ambientale, Accademia Kronos si è specializzata nello studio dei fenomeni connessi al Global Warming e ai cambiamenti climatici, nonché agli effetti sugli ecosistemi terrestri e marini. Allo scopo ha organizzato spedizioni di studio nelle aree del pianeta più esposte al fenomeno, promuovendo piani di rimboschimento, di rinaturalizzazione delle zone degradate e corsi di formazione per diventare esperti ambientali specifici. Una particolare attenzione AK la rivolge alle energie rinnovabili e per questo organizza seminari, stage, corsi e laboratori.

Far parte di AK è molto semplice, basta essere seriamente intenzionati a voler far qualcosa per l’ambiente e per la qualità della vita. AK, essendo un ente profondamente democratico, lascia grandi spazi di manovra e d’iniziativa ai suoi associati.

Accademia Kronos dispone sul territorio nazionale oltre 300 guardie eco zoofile, intente a tutelare la vita degli animali e l’ambiente in genere.

Accademia Kronos con diversi avvocati sensibili alle tematiche ambientali ha creato un’efficiente rete legale che prende parte in procedimenti legali contro i crimini ambientali.

Al suo interno ha istituito la figura dell’Osservatore Ambientale, trasformando così un semplice socio in un attento ed efficace controllore del territorio. Ne è nata una pubblicazione specifica che fornisce gli strumenti più idonei e legali perché si possa dare un contributo incisivo e professionale nella difficile battaglia della difesa dell’ambiente e della qualità della vita.

Oggi Accademia Kronos si è impegnata in una campagna nazionale che vuole incidere sulle coscienze degli uomini, “Io Faccio la mia Parte”, ossia chiedere ad ogni persona di contribuire alla difficile lotta per l’ambiente anche con un piccolo gesto; un gesto ecologico da condividere sempre con più gente possibile, fino a diventare un’onda capace di bloccare questa corsa verso il degrado ambientale.