VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEL 3 MAGGIO 2014

logo_small

10.25
—–
INIZIO LAVORI.
VENGONO NOMINATI: PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA FABIO SCALZINI E SEGRETARIO ALESSANDRO ELIA
APERTURA DEL PRESIDENTE USCENTE ENNIO LA MALFA.
Relazione del lavoro passato, vengono prospettate nuove possibilità operative e progettuali di AK:
- presentazione alla commissione tecnico-scientifica di AK progetti e prototipi;
- contribuire concretamente alla difesa delle foreste pluviali; poter diventare una guardia ambientale;
- diventare un cronista ambientale locale;
- poter diventare un istruttore Natusumba;
- poter partecipare ai nostri corsi anche online;
- partecipare o promuovere gare podistiche per la sensibilizzazione ambientale;
- ecc… ( relazione agli atti )
CHIUSURA INTERVENTO DEL PRESIDENTE USCENTE

10.55
—–
VIENE CHIESTA L’APPROVAZIONE BILANCIO FINANZIARO 2013
Breve relazione del Presidente uscente sul bilancio.
SINA interviene chiedendo delucidazioni su 40.000 euro di spese che non appaiono sul bilancio. Il Presidente risponde che sono riportati all’interno, basta cercarle.

11.00
—–
Si chiede l’approvazione del bilancio per alzata di mano. Ci sono 4 astenuti. Nessun contrario.
IL BILANCIO VIENE APPROVATO.

11.05
—–
Si passa alla discussione del NUOVO STATUTO.
Il Presidente uscente espone brevemente i nuovi punti dello statuto. I presenti chiedono delucidazioni sui nuovi punti, nasce una breve discussione.

FERNANDO RODIO:
—————
Chiede l’abolizione dei 3 anni per accedere al direttivo. Chiede una mozione d’ordine, che annulli i 3 anni e consenta a forze nuove di entrare nel nuovo direttivo. Critica nel contempo i membri del vecchio Direttivo che, ad esclusione di La Malfa, hanno fatto poco o nulla nei tre anni di gestione dell’associazione. In parole povere, vuole che già in questa Assemblea venga adottato il nuovo modo di votare.

CIRO SILVESTRI:
————-
Fa notare che questo modo di procedere non è trasparente e legale perché l’Assemblea si era già espressa in merito lo scorso anno.

FRANCO CELESTE:
—————
Franco Celeste concorda con Fernardo Rodio, chiede quindi di votare il nuovo statuto perché questo documento é l’unico che permette di accedere alla protezione civile che darà ad AK diversi benefici anche economici.

IL PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA SCALZINI:
—————————-
Rigetta la proposta di Rodio perché è già contemplata nel nuovo statuto.

SEZIONE DI LATINA:
——————
Propone di costituire in seno ad AK una sorta di Federazione, in cui ogni sezione ha un suo margine di autonomia operativa e finanziaria. Si chiede che ci siano congressi anche a livello regionale e provinciale in modo che le sedi periferiche siano maggiormente rappresentate. La vicepresidente di Latina fa notare che la sezione di Latina ha oltre 150 iscritti, oltre ad essere molto attiva sul territorio di appartenenza. E continua: vanno disciplinate le tematiche economiche; chiede come debbano essere gestite le donazioni da parte dei simpatizzanti; come le entrate devono essere dichiarate…
Il consiglio finale è di prendere seriamente in considerazione le tematiche esposte.

EZIO SINA:
———-
Il comitato direttivo nel corso degli ultimi anni ha dato il suo contributo tecnico e scientifico, avendone dato anche una garanzia. Replica alle accuse fatte in precedenza.

ALBERTO GIOFFRE’
—————-
Essendo una ONLUS ogni sezione ha l’obbligo di inviare il bilancio consuntivo – rispondendo alla sezione di Latina. Le federazioni sono autonome e viene versata una quota unica alla sede della federazione. In questo caso non si manda la quota soci alla sede nazionale. Quindi, questo tipo di gestione, non sarebbe compatibile con l’attuale organizzazione statutaria.

SEZIONE DI LATINA:
——————
Con la federazione tutti gli iscritti possono votare. Nella situazione attuale non tutti i soci possono farlo e, conseguentemente il voto democratico viene meno.

PRESIDENTE LA MALFA:
———–
Il Presidente replica, infine, che Il Direttivo che nasce oggi prenderà in considerazione questi temi.

11.42
—–
SI PONE L’APPROVAZIONE DELLO STATUTO. 1 ASTENUTO. NESSUN CONTRARIO,LO STATUTO VIENE APPROVATO.

11.44
FRANCO CELESTE:
—————
Chiede che l’Assemblea approvi di passare da associazione di promozione sociale ad associazione di volontariato.
L’ASSEMBLEA APPROVA ALL’UNANIMITA’

11.45
INTERVENTO DEL VICEPRESIDENTE (GIOFFRE’):
—————————————–
In sintesi: la vocazione di un’associazione di volontariato è soprattutto una passione nel momento in cui si fanno le iniziative. Le attività vengono fatte in maniera disinteressata e senza compromessi.

11.52
PRESIDENTE SCALZINI:
———
Comunica l’apertura delle urne.

CIRO SILVESTRI
————–
Ciò che ha caratterizzato AK è l’impegno umano e disinteressato delle singole persone (riferimento alla terra dei fuochi). Sottolinea, inoltre, l’impegno da parte sella sezione AK di Napoli su tale tematiche che si è costituita parte civile a differenza di altre associazioni più prestigiose latitanti in questo senso. AK Campania pertanto è fortemente impegnata nella lotta contro la criminalità organizzata che avvelena terre e campagne. “La vigilanza ambientale nasce da una riflessione ed intuizione del vecchio direttivo di AK…”

REPLICA “ENERGICA” DI FRANCO CELESTE
———————————
Franco: “Il sottoscritto è stato l’unico a portare avanti il progetto delle guardie ambientali, ho realizzato 12 sezioni e fatto circa 400 soci nuovi, Ciro invece non ha fatto nulla! Pertanto rivendico la paternità delle attuali guardie!”.

CIRO SILVESTRI:
—————
“Franco ha certamente perfezionato l’ideazione delle guardie, lo riconosco. Ciò non significa che Franco o qualsiasi altro socio possa rivendicarne la paternità o tantomeno non debba essere sottoposto a delle verifiche.”.

12.15
———
PRESENTAZIONE SITO PIU’ NATUSUMBA DA PARTE DI ALESSANDRO ELIA E BERNARDO FINOCCHI DETTO LAFONTE.

13.00
—–
INTERRUZIONE DEI LAVORI (PAUSA PRANZO).

14.50
———
RIAPERTURA ASSEMBLEA
APPROVAZIONE NUOVI SEDI PERIFERICHE
Ennio La Malfa prende la parola e presenta le nuovi sezioni. PRECISAZIONE: le sezioni non possono aderire ad AK costituendo soltanto la vigilanza ambientale, devono prima costituirsi come SEZIONE e successivamente fare richiesta per la VIGILANZA. La Malfa garantisce sull’impegno e sulla regolarità delle nuove 12 sezioni.
1 astenuto (Ciro Silvestri).
LE NUOVE SEZIONI VENGONO APPROVATE.

15.10
———
Intervento da parte del socio Scola Birgitt riguardo a seminari e corsi tenuti in ambito Yoga da lei nel suo comune laziale.
Breve sessione di Yoga: esempio di tecnica della respirazione.

15.25
———
Fabio Scalzini passa la Presidenza dell’Assemblea al prof. Minervini Roberto. Il prof. Minervini tiene una piccola lezione sul lupo e la caccia

 16.10
———
* A nome di Sini, Minervini, Silvestri, Gioffrè, Scalzini e Finocchi si legge una dichiarazione scritta indirizzata al Presidente Ennio La Malfa. In sintesi, viene data piena fiducia al nuovo Direttivo, fermo restando che prenderà l’impegno di sanare il debito di 90.000 euro che AK ha accumulato. Si invitiamo, inoltre, gli organi di controllo di verificare che questo avvenga nel più breve tempo possibile.
Viene anche chiesta una maggiore trasparenza e un maggior coinvolgimento in futuro da parte del nuovo direttivo e dalla Presidenza (vedi Verona e scelta del luogo dell’Assemblea,scelto senza interpellare il Direttivo).
Viene fatto riferimento a chi ha preso delle decisioni sbagliate in passato e che ha causato, in parte, il debito di Accademia Kronos (vedi caso Lombardia, Frutta nelle Scuole).
Si chiede SIMBOLICAMENTE per alzata di mano se tutti sono d’accordo sulle nuove linee guida di questo nuovo documento programmatico.
* Il documento non viene posto alla votazione, ma messo agli atti.

LA MALFA
———-
La Malfa: risponde che la scelta di fare l’Assemblea a Ronciglione nella sede di AK è stata motivata esclusivamente da esigenze economiche, la notizia di Verona, come nuova sede di Un Bosco per Kyoto, era stata diffusa in ben 4 e mail inviate al direttivo. Ma gli ultimi due direttivi sono stati annullati per mancanza del numero legale dei consiglieri, che hanno disertato le riunioni. Quindi risultano molto pretestuosi gli appunti mossi in questa sede. Il debito reale e pesante di AK non è stato il presidente uscente a produrlo, ma al contrario si è fatto carico personalmente di molte spese per amore l’Associazione e per senso di dovere. Chiede, quindi, di guardare avanti e di abbandonare le polemiche, confidando nell’impegno da parte di tutti per riuscire a coprire tale debito.

17.00
———
Si passa allo spoglio delle schede.

18.48
—–
Il Presidente d’Assemblea Minervini dà lettura dei risultati della votazione.
Risultati. (Presidente Seggio Elettorale Francesco Veneziano)
Schede elettorali n.111 – annullate 2, valide: 108
- Ennio La Malfa (Presidente) con voti 106
- Bernardo Finocchi (Direttivo) con voti: 92
- Oliviero Sorbini ( ” ” ) con voti: 85
- Carlo Sacchettoni ( ” ” ) con voti: 81
- Roberto Minervini ( ” ” ) con voti: 79
a seguire: Ciro Silvestri(15); Fabio Scalzini (13); Giorgio Onofri(13); Alberto
Gioffré (12); Ezio Sina(10); Carlo Santoro (5); Ezio Gagliardi (4) Giuseppe
Caputi (1); Carlo Dettori (1)

19.00
—–
CHIUSURA DEI LAVORI.

firmato: IL PRESIDENTE D’ASSEMBLEA: Roberto Minervini
IL SEGRETARIOE VERBALIZZANTE: Alessandro Elia