Verbale direttivo allargato del 12 giugno 2015

logo_small

SEDE NAZIONALE DI ACCADEMIA KRONOS
RONCIGLIONE,VIA CAPRANICA n.14/a (ore 15.30)

Ordine del Giorno
- Decisione mantenimento Sede AK nazionale.
- Stato economico attuale.
- Dimissioni Vicepresidente dal suo ruolo di Vice presidente.
- Futuro di Un Bosco per Kyoto.
- Pubblicazione “10 anni di Un Bosco per Kyoto”.
- Accordo con Unimpresa, Uirnet e Confsaap.
- Operazione Air Gun.
- Contratti di Fiume.

PRESENTI ( In ordine d’arrivo in Sede):
Ennio La Malfa, Francesco Veneziano, Carlo Sacchettoni, Franco Celeste, Oliviero Sorbini, Carlo Santoro, Ottavio Capparella, Gabriele La Malfa, Roberto Minervini.


 Alle ore 15,45 raggiunto il numero legale si aprono i lavori.

Viene analizzata la questione sede nazionale, sulla quale non ci sono più i finanziamenti per sostenerla. Si decide quindi all’unanimità di chiuderla alla fine di giugno/luglio a meno di novità esterne che ne garantiscano la copertura economica futura.

La questione economica resta disastrosa, solo gli apporti delle Guardie Ambientali di AK e di alcune sezioni garantiscono il minimo per andare avanti. Il presidente La Malfa presenta l’elenco dei soci che hanno contribuito ultimamente con donazioni libere a garantire i pagamenti più urgenti: Franco Floris, Ennio La Malfa, Roberto Minervini, Antonietta Palladino, Piero Pietrucci, Carlo Santoro, Francesco Veneziano. Il presidente denuncia la mancata iniziativa all’EXPO di Milano a causa della non presenza del Presidente Morales, che alla fine non ha potuto più garantire la sua partecipazione per il 13 giugno ad Un Bosco per Kyoto, in quanto lo stesso giorno sarebbe dovuto tornare in Bolivia. Tale decisione ha fortemente penalizzato le casse di AK, infatti i paventati € 70 mila non sono stati più elargiti. Si spera, comunque, di ottenere qualche “boccata d’ossigeno” da altre iniziative che vengono esposte successivamente.

Si passa ad analizzare le dimissioni da Vicepresidente del consigliere Bernardo Finocchi. Le dimissioni si devono intendere solo nel ruolo di Vicepresidente, mentre si conferma la permanenza di consigliere nazionale. L’assemblea accetta tali dimissioni e nel prossimo Direttivo verrà nominato il nuovo Vicepresidente.

Circa il futuro di Un Bosco per Kyoto si apre un acceso dibattito, causa le ultime vicissitudini, si ripropone la stessa iniziativa a settembre, ma solo con i presupposti chiari. Alla fine, visto che tutto dipende dagli accordi che avrà fatto il dr. Daniele Mariotto dell’EXPO di Milano con gli sponsor, si attende la sua venuta a Roma per discuterne. I termini per andare avanti comunque restano molto rigidi: Contratto firmato dalle parti e anticipo per le spese di organizzazione. Mancando questi elementi Accademia Kronos non farà più Un Bosco per Kyoto a Milano.

Circa la pubblicazione “10 anni di un Bosco per Kyoto” ormai ultimata, si farà lo stesso e, semmai, verrà distribuita a Parigi a dicembre prossimo.

Il Presidente espone gli accordi preventivi con la UIRNet e in via di perfezionamento con Unimpresa.
Circa i possibili accordi con la ConfSAAP, Franco Celeste invita alla cautela perché possono risultare profondamente incompatibili con quelli di Unimpresa. Per essere corretti, afferma sempre Celeste, iniziali accordi già sono stati avviati con Unimpresa che, secondo lui, sul mercato è l’organizzazione più grande e affermata. L’Assemblea approva la mozione di Celeste.

La questione Air Gun viene analizzata attentamente e viene dato mandato al Presidente di diffondere i Comunicati Stampa ai Mass Media, elaborati da Carlo Sacchettoni e Oliviero Sorbini con l’apporto scientifico di Roberto Minervini.

Circa i Contratti di Fiume, Robero Minervini informa che sta per partire il primo contratto italiano di Costa (marina) in Calabria, mentre i Cdf ad Isernia sono ancora in fase organizzativa. In quest’ultimo caso dichiara che 4 comuni hanno già versato € 8.000 per le prime spese.

Franco Celeste, verso il termine dell’assemblea, informa i presenti della nascita di 2 nuove sezioni AK: Lucca e Milano.

Alle 18,30 affrontate tutte le voci dell’O. del G. Il Presidente dichiara chiusa l’assemblea.

Ha redatto il verbale
Francesco Veneziano