Verbale direttivo del 28 settembre 2018

Roma – Hotel Milani – via Magenta n.12 – ORE 10,00

Presenti

Come Direttivo:
Franco Floris,
Oliviero Sorbini,
Ennio La Malfa,
Manuela Marchi,
Francesco Pierangelini.

Come Responsabili di settore:
Roberto Italiano,
Gabriele La Malfa,
Daniele Leoni.

Osservatori:
Saveria Pisani.

Il Presidente Floris constato che si è raggiunto il numero legale, dà via all’assemblea. Introduce i lavori esprimendo soddisfazione per il fatto che AK finalmente trova interesse anche da parte del mondo imprenditoriale, affermando che sono previsti nuovi potenziali sponsor sia per il nostro notiziario che per le attività in genere.

Circa i nostri impegni futuri, afferma che AK deve affrontare in primis il problema dei rifiuti perché, sottolinea, rappresentano il futuro di ogni associazione ambientalista planetaria. Si ritiene molto soddisfatto del successo conseguito da AK a Milano nell’ambito dell’incontro con il leader degli Indios Yanomami, fatto questo che ha aperto una nuova possibile alleanza con Survival International (organizzazione mondiale a tutela dei popoli indigeni).

Circa i risultati dei nostri spot cinematografici Floris chiede di sapere dove e quando sono stati proiettati.
Oliviero Sorbini prende la parola e afferma che dovrebbero essere stati proiettati nelle sale cinematografiche del Lazio e della Liguria. Ricorda che sia la produzione che la diffusione devono essere ancora pagate. Gabriele La Malfa interviene rispondendo che ancora non sono pervenute le relative fatture e appena arriveranno si provvederà a saldarle.

Ancora Oliviero Sorbini lamenta il fatto che come responsabile della comunicazione non è stato adeguatamente informato della stampa dei nuovi volumetti sui cetacei e di averli visti solo a stampa avvenuta. Per il futuro, il Direttivo, chiede che ciò non avvenga più.

Ennio La Malfa segnala che con la direzione dei Carabinieri Forestali si è preso l’impegno di partecipare in una località del Lazio alla giornata di Babbo Natale, dove è stato piantato un bosco con la collaborazione di centinaia di bambini.

Si passa a parlare della manifestazione di Kronos a Spoleto. Prende la parola Manuela ed espone lo stato dell’arte dei lavori: Al momento è prevista una conferenza su ambiente, salute e cibo con la presenza di insigni studiosi, che potrebbe estendersi per tutta la giornata. A lato di questa conferenza sono previste iniziative da studiare, come la cerimonia dei 50 anni delle origini del “vecchio” Kronos.
Su quest’ultimo punto il Presidente Floris espone le sue perplessità e invita a fare solo “un brindisi” di augurio per i 50 anni di Kronos (associazione da cui è derivata Accademia Kronos), senza entrare troppo nell’aspetto di autocelebrazione. Ne nasce un breve dibattito, alla fine si dà mandato al Segretario Generale di gestire il “brindisi” con un sintetico discorso sulla storia di AK, senza inoltrarsi troppo. Si individua la data della manifestazione a Spoleto: il 10 novembre prossimo. Il Direttivo approva.

Sul punto del giorno relativamente al premio internazionale “Io faccio la mia parte” il Direttivo decide di discuterne più nello specifico nel prossimo incontro.

Circa la tessera congiunta AK- Italia Nostra – UCI, il Direttivo boccia l’idea. Comunque il Presidente Floris informa i presenti che è nata una collaborazione tra Noi e Italia Nostra su vari temi, come la lotta contro l’Eolico selvaggio e sui rifiuti. Presto Italia Nostra organizzerà un incontro tra tutti i leader delle associazioni ambientaliste italiane sul tema “Io faccio la mia parte”.

Gabriele La Malfa presenta le nuove tessere di “Io faccio la mia parte”, che vengono approvare. Si decide di mandarle alle aziende e a tutte le personalità che hanno aderito alla campagna con una lettera di accompagnamento che dovrà elaborare Oliviero Sorbini.

Francesco Pierangelini propone di dare come omaggio, braccialetti che oggi vanno per la maggiore tra i giovani col logo di “Io faccio la mia parte”. La proposta viene bocciata in quanto il materiale da utilizzare sarebbe la plastica e noi di AK stiamo combattendo/cercando di limitare proprio la diffusione della plastica.

Gabriele La Malfa espone la questione delle iscrizioni di fine anno, proponendo la promozione “2019” per chi si iscrive da oggi fino a dicembre 2018. Versando la quota di € 30,00 si viene automaticamente iscritti per tutto l’anno solare 2019 (si “abbonano” gli ultimi 3 mesi dell’anno). Il Direttivo approva all’unanimità.

Il Segretario Generale informa i presenti che il centro coordinamento della BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) ha chiesto ad AK una collaborazione in previsione del COP 24 (summit sul clima) di Katowice in Polonia. Una bella soddisfazione, dice Ennio La Malfa, perché siamo l’unica associazione ambientalista europea, che è stata interpellata. Ma di questo se ne parlerà più specificatamente in seguito.

Daniele Leoni lamenta il fatto che non di rado le guardie eco-zoofile agiscono un po’ troppo a livello “anarchico”. Il Presidente a tal proposito informa i presenti che nell’incontro del giorno prima con il Generale Ricciardi, si è parlato di uniformare tutte le guardie eco-zoofile italiane, dando loro anche nuove attribuzioni, ma sotto il controllo dei Carabinieri Forestali. Su questa ipotesi si sta lavorando con il Ministero degli Interni.

Daniele Leoni comunque informa che per conto di alcuni comuni della provincia di Roma sta organizzando corsi per Ispettori Ambientali di AK (figura differente dalla guardia eco-zoofila).

Il Segretario Ennio La Malfa introduce le questione del patrimonio del vecchio Kronos 1991, composto da un monolocale a Tarquinia, due piccole aree protette nelle Marche e nel Lazio ed altro, che AK potrebbe pensare di recuperare. Il Direttivo dà mandato al Segretario di valutare se questa operazione rappresenta oneri per AK, in caso affermativo si dovrà rinunciare.

Circa la sede AK a Roma il Presidente dà mandato al Segretario Generale di informarsi, prima di ogni decisione, sui costi d’affitto di un locale/ambiente presso le Officine Farneto.

Terminati i punti all’O. del G. il Presidente Floris dichiara chiusi i lavori alle ore 13,15.

Il Verbalizzate
Ennio La Malfa